Tre grandi benefici del vino rosso

donna-beve-vinoQuando il freddo si fa più pungente, non è facile dire di no a un  buon calice di vino. Inoltre, le bevande alcoliche hanno alcuni aspetti positivi che possono influire positivamente sulla linea. Vediamo quali sono i principali benefici del vino rosso.

Favorisce la longevità e la salute

Fra le oltre 400 sostanze che compongono il vino un posto d’onore merita il resveratrolo, un fenolo non flavonoide rinvenuto nella buccia dell’acino d’uva, a cui è attribuita una probabile azione antitumorale, antinfiammatoria e di fluidificazione del sangue, che può limitare l’insorgenza di placche trombotiche. Un antiossidante presente soprattutto nei vini rossi e secondo molti studi ha la capacità di migliorare l’efficienza cellulare, potenziando l’attività dei mitocondri, cioè di quelle “centraline energetiche” che si trovano nelle cellule. Alcune ricerche condotte sugli animali inoltre sembrano dimostrare che favorisca la longevità, migliori il controllo del diabete abbia un effetto protettivo su cuore e circolazione, oltre a riattivare il metabolismo.

Può anche ridurre la fame

Tra i benefici del vino rosso, va ricordato che il vino contiene anche altri elementi importanti dal punto di vista della nutrizione: gli zuccheri, per esempio, e i sali minerali (in misura di circa 2 grammi per litro) oltre a lieviti, fermenti, enzimi. C’è poi un’altra caratteristica interessante: a piccole dosi, l’alcol può avere un’azione tranquillante e ridurre la fame nervosa. Un bicchiere di vino aiuta anche a digerire meglio, perché il suo sapore gradevole e l’alcol stimolano la secrezione gastrica e intestinale.

 Si al vino, no ai superalcolici

Quest’ultima premessa riguarda il particolare il vino rosso mentre resta valido il consiglio di evitare i superalcolici, vera “bomba” per l’organismo dal punto di vista calorico e salutare. Un bicchiere da 15 cl di spumante dolce apporta circa 135 calorie, una dose simile della versione secca ne dà 112 e una di champagne circa 110, con unvino rosso a media gradazione alcolica (12 gradi) si sfiorano le 126 calorie. I dati sono molto diversi scorrendo le tabelle relative ai superalcolici: un bicchierino di amaro a bassa gradazione alcolica da 4 cl dà circa 50 calorie, che salgono a 89 per il gin, a 95 per la vodka e la grappa, fino alle 122 del limoncello. La dose ottimale di alcolici, secondo gli studiosi, è di due bicchieri al giorno per gli uomini, e di uno per le donne: è accertato che il “gentile sesso” è fisiologicamente e biologicamente più vulnerabile agli effetti dell’alcol, e non dovrebbe superare questa quantità per non ingrassare.

Fonte: RIZA (link all’articolo)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Benvenuti
Per essere informati sugli eventi a cui Fausto partecipa nel corso dell'anno, avere notizie e novità dalla cantina,
Cliccando sul pulsante acconsenti al trattamento dei tuoi dati ai sensi del DLgs n. 196/03 per l'invio di newsletter dal sito Lerocchedelgatto.it. Riceverai una email per confermare la tua iscrizione all'indirizzo che hai indicato. Rispettiamo assolutamente la tua privacy e odiamo lo spam quanto te. I tuoi dati sono al sicuro, non saranno mai ceduti a nessuno e quando vorrai potrai sempre cancellarti facilmente con un semplice click